Sono qui con lui. Il maestro.

Serata calda. Posto per soli uomini. E per me.

L’attrazione della serata. Mi vuole mettere alla prova: non mi conosce ancora abbastanza. Non capisce che lascio l’anima a casa, in taxi, in valigia. E porto da lui corpo e cervello, e forse più cervello che altro. Per captare energie, storie, vissuti, colori.

Mi scopa per ore davanti a tutti, dietro ai vetri, davanti a loro, con le loro mani addosso e lui dentro. E mi piace. Rido. Vengo. Sbando.

Stiamo facendo un percorso. Che non so’ dove porterà. Ma che in questo momento ha la mia completa attenzione. E non e’ davvero poco.

E al centro del viaggio c’è il corpo di una donna chiuso nello sguardo di tutti quelli che hanno creduto di poterlo possedere.. 

 

Annunci